Home > Banche e finanziarie > Prestiti pensionati Compass

Prestiti pensionati Compass

I prestiti pensionati Compass rappresentano una delle soluzioni di credito privilegiate da chi è fuoriuscito dal mercato del lavoro e necessita di liquidità per soddisfare le proprie esigenze personali, affidandosi ad una delle società finanziarie di maggior fama tra quelle operanti sul territorio italiano, in virtù anche della flessibilità delle sue opzioni. I prestiti personali per pensionati di Compass si fondano come di consueto su una cessione del quinto dell’assegno previdenziale, una soluzione molto vantaggiosa sia per chi eroga il capitale sia per chi lo riceve, e che permette di accedere al credito in maniera rapida e molto semplice. In particolare i finanziamenti sottoscritti tramite la convenzione con INPS, ex ENPALS ed ex INPDAP permettono di ottenere condizioni agevolate rispetto ai normali prestiti erogati dalla finanziaria, che analizzeremo comunque come opzione alternativa.

Prestiti pensionati Compass con cessione del quinto

L’aspetto principale dei prestiti pensionati Compass come per altre società finanziarie e istituti di credito che erogano il medesimo tipo di prodotto è quello di essere un finanziamento con cessione del quinto della pensione come metodo di rimborso: questo vuol dire che con la cessione del quinto Compass è possibile richiedere ed ottenere un prestito personale che abbia

una rata con importo mensile non superiore al quinto del proprio reddito, ossia al 20 per cento complessivo dell’assegno previdenziale, usufruendo dei tassi agevolati in base alla convenzione Inps o degli altri ex enti previdenziali assorbiti da quest’ultima. Inoltre il prestito ha come garanzia la sottoscrizione obbligatoria di una copertura assicurativa contro il rischio di decesso anticipato, che tutela sia la banca che gli eredi del defunto, estinguendo il debito alla morte del beneficiario.

Cessione del quinto, quali vantaggi?

Sottoscrivere un prestito con cessione del quinto significa che la rata mensile viene stabilita con criteri meno soggettivi rispetto a un normale prestito personale: per fare un esempio, se si percepisce una pensione di 1000 euro, la rata del rimborso della cessione del quinto non potrà superare i 200 euro. La cessione del quinto è uno strumento molto comodo perché evita “dimenticanze” rispetto al pagamento dei bollettini presso l’ufficio postale o le tabaccherie convenzionate,  e allo stesso tempo è assai utile e preciso nell’evitare un eccessivo indebitamento e una conseguente difficoltà a rimborsare il prestito personale: ecco perché è lo strumento privilegiato dei prestiti per pensionati, oltre ad essere usufruibile anche da protestati e cattivi pagatori. Per maggiori informazioni in merito è possibile recarsi fisicamente presso una filiale Compass o visitare l’apposita pagina del sito ufficiale della finanziaria

Prestiti pensionati Compass, le caratteristiche

Il prestito pensionati Compass è una tipologia di finanziamento non finalizzato, ciò significa che viene erogato senza bisogno di specificare la finalità, viene erogato mediante la cessione del quinto della pensione, e nel finanziamento è inclusa la polizza assicurativa in caso di morte, una prescrizione obbligatoria per legge per questa tipologia di prodotti riservati a coloro che sono fuoriusciti dal mercato del lavoro. L’erogazione di questo prestito per pensionati di Compass

è limitata ai titolari di una pensione di anzianità che presentano un’età massima di 85 anni, inoltre il finanziamento può essere richiesto solo se l’assegno previdenziale presenta un importo superiore a 501,89 euro al netto della quota cedibile. Secondo quanto stabiliscono le norme vigenti infatti non è possibile di cedere una quota di reddito tale che determini una parte restante inferiore alla pensione sociale.

Le caratteristiche del prestito pensionati Compass prevedono importo massimo erogabile, variabile in base a quota cedibile e durata, fino a oltre 75mila euro, una durata del piano di ammortamento compreso tra 24 e 120 mesi, e per quanto riguarda il costo della polizza rischio vita, che generalmente può raggiungere valori anche molto elevati, Compass si impegna a limitare il peso di tale voce nel costo complessivo del finanziamento ad un massimo del 26 per cento del montante lordo.

Chi può richiederli?

Chi può richiedere i prestiti personali Compass? Il finanziamento è riservato a

pensionati INPS la cui età sia inferiore agli 85 anni al momento del pagamento dell’ultima rata del prestito: la documentazione richiesta prevede codice fiscale, copia della carta di identità e quanto necessario per attestare il reddito, ovvero il cedolino della pensione, necessario per la valutazione preventiva da parte della finanziaria.

Il limite imposto da Compass relativamente all’età rende evidente che più si è anziani al momento della richiesta, minore sarà la durata del piano di rimborso che deve perentoriamente cessare al compimento dell’ottantesimo anno di età: pertanto per accedere alla durata massima  di 120 mesi, ovvero 10 anni, non si dovrà aver superato, al momento della stipulazione del contratto, il settantacinquesimo anno di età.

I vantaggi dei prestiti pensionati Compass

I vantaggi dei prestiti pensionati Compass si possono elencare sinteticamente in questi punti:

  • Tassi convenzionati con enti INPS, ex INPDAD, ex ENPALS
  • Possibilità di richiedere finanziamenti anche oltre i 70 anni
  • Possibile esito positivo della richiesta anche in presenza di altri finanziamenti o disguidi finanziari
  • Importi personalizzati con possibilità di richiedere somme fino a oltre 75mila euro
  • Rata fissa e costante per tutta la durata del finanziamento
  • Nessun garante richiesto, oltre la propria pensione
  • Possibilità di rimborsare fino a 10 anni
  • Nessuna spesa di intermediazione

Prestiti pensionati Compass per cattivi pagatori

Trattandosi di prestiti per pensionati con cessione del quinto la richiesta di questi finanziamenti è possibile anche per coloro che sono stati segnalati presso la Centrale rischi come protestati o cattivi pagatori, presentando la documentazione standard necessaria per la valutazione dell’iter e la successiva erogazione del prestito. In particolare occorrono

un documento d’identità valido, il codice fiscale, il cedolino della pensione o anche l’accredito della pensione in conto corrente, e la certificazione di Quota Cedibile rilasciata dal’INPS. I tempi per poter ottenere il via libera al prestito per pensionati Compass sono alquanto rapidi, anche per chi è stato segnalato come cattivo pagatore o è protestato.

Prestiti pensionati Inps ex Inpdap: i tassi Compass

In linea di massima i tassi di interesse applicati ai prestiti pensionati Compass sono piuttosto concorrenziali, e in aggiunta l’assenza di spese di intermediazione rende ancora più conveniente l’intero finanziamento: non bisogna dimenticare che in questa branca di finanziamenti vi sono le convenzioni Inps ex Inpdap, che consentono l’accesso al credito a condizioni agevolate in favore dei pensionati pubblici tassi d’interesse veramente competitivi, anche per grandi somme. Nello specifico,

abbiamo i piccoli prestiti Inps, per i quali non è necessario presentare alcuna giustificazione di spesa, a cui Compass nel 2017 applica un Tasso Annuo Nominale (TAN) pari al 4,25 per cento. Per i prestiti pluriennali Inps ex Inpdap invece, che sono finanziamenti concessi solo a fronte di determinate necessità economiche del richiedente abbiamo un tasso d’interesse fisso al 3,5 per cento, con durata e importo finanziabile variabili a seconda appunto della finalità del prestito. Per i piccoli prestiti importi e durate sono prestabiliti, con somme fino ad 8 mensilità medie nette percepite dal beneficiario e un piano di rimborso che può arrivare al massimo a 4 anni.

Prestiti personali Compass

Per chi non volesse o potesse ricorrere alla soluzione di prestiti per pensionati, Compass offre ovviamente la possibilità di accedere a una vasta gamma di prodotti che rientrano nell’ambito di prestiti personali, con varie opzioni aggiuntive, come si evince dalla pagina del sito ufficiale dedicata a questo settore dei finanziamenti. Con i prestiti personali Compass è possibile richiedere

un finanziamento fino ai 70 anni di età che prevede l’erogazione di un capitale pari a un massimo di 30mila euro, a condizioni personalizzate, scegliendo la combinazione migliore tra rata e durata del prestito a seconda delle esigenze personali del singolo soggetto.

Vediamo insieme quali sono le opzioni di prestito personale Compass previste dalla società finanziaria.

Prestito personale Easy

Il prestito personale Easy di Compass è la versione standard del finanziamento, che non prevede opzioni di flessibilità o modifica, ed offre unicamente la garanzia di una rata che rimane costante per l’intero periodo di rimborso. Tuttavia

alla formula Easy Classic è possibile aggiungere l’opzione Jump per saltare una rata o Change per ridurne l’importo. Se si sceglie invece l’opzione Flex è possibile avere entrambe le opzioni sopra indicate e ottenere un prestito davvero flessibile a ogni livello.

Prestito personale Jump

Con il prestito personale Jump è possibile saltare, una volta l’anno, il pagamento di una rata, fino a un massimo di 5 volte totali comprese nel periodo di finanziamento, il tutto senza alcun costo aggiuntivo. Con l’opzione Jump semplicemente

è possibile per il beneficiario rimandare il pagamento della rata saltata a fine durata, segnalando alla società finanziaria la propria scelta di saltare annualmente una singola rata nel piano di ammortamento previsto, fino a un massimo complessivo di 5 volte per tutta la durata complessiva del periodo di rimborso.

Prestito personale Total Flex

Total Flex è il prestito flessibile ideato da Compass che consente a chi lo richiede di realizzare i propri progetti disponendo di un’ampia flessibilità nei momenti di bisogno: con questa opzione di prestito personale è possibile decidere tra diverse soluzioni di rata e durata adeguando il piano di rimborso alle proprie esigenze, mutando l’ammortamento nel corso del tempo se necessario, senza alcun costo aggiuntivo. Con Total Flex si può

diminuire l’importo della rata allungando il piano di rimborso, oppure saltare una rata l’anno fino a 5 volte e rimandare il pagamento a fine durata. Inoltre se si richiede eventualmente l’estinzione anticipata del prestito non sono previsti ulteriori costi aggiuntivi.

Prestito personale Cifra Tonda

L’ultima opzione Compass è Cifra Tonda, con cui il beneficiario può scegliere la propria rata mensile del finanziamento, che presenta un importo tondo tutto compreso con cui avviene il rimborso. Con il prestito personale Cifra Tonda

la rata è fissa e costante, e il beneficiario è libero di scegliere l’importo a cifra tonda che desidera. La sola differenza è che con questa opzione l’importo massimo erogato da Compass scende a 20mila euro.

Prestiti pensionati Compass: sono convenienti?

Tirando le somme, possiamo dire che i prestiti pensionati Compass con cessione del quinto o la gamma dei normali prestiti personali rappresentino una delle soluzioni del mercato del credito più interessanti tra quelle presenti nel territorio italiano, in virtù della dinamicità e della flessibilità delle sue opzioni, in modo non solo da accedere al credito in tempi rapidi e a condizioni vantaggiose, ma permettendo di soddisfare le differenti esigenze della clientela venendo incontro anche alle difficoltà temporanee che possono investire i beneficiari del finanziamento.

Ti è piaciuto il post?